Viridiana

di Luis Buñuel (Spagna/Messico, 1961)

Oltre a essere considerato uno dei migliori film diretti da Luis Buñuel, “Viridiana” è anche una delle sue pellicole più censurate e controverse: ci troviamo nel 1961 e contemporaneamente alla vittoria al Festival di Cannes, l’opera viene ritenuta sacrilega e blasfema dall’Osservatore Romano. Una voce che giunge in un attimo al regime franchista spagnolo Continua a leggere

Pubblicità

Suzanne Simonin, La Religieuse De Diderot

di Jacques Rivette (Francia, 1966)

“Suzanne Simonin, La Religieuse De Diderot” non ha avuto vita facile in patria: il lungometraggio viene infatti censurato nel 1966 per i suoi presunti contenuti anticlericali, per poi essere rimesso in circolazione l’anno successivo, quando l’opera finalmente approda al Festival di Cannes. Jean-Luc Godard, all’epoca sposato con la protagonista del film (una giovane e Continua a leggere