Import/Export

importdi Ulrich Seidl (Austria/Francia, 2007)

Fatta eccezione per il fulminante “Canicola” (2001), i film di Ulrich Seidl non sono mai stati distribuiti in Italia, neppure in edizione home video. Un vero paradosso, poiché si tratta di un regista tra i più significativi del nuovo millennio, da qualcuno frettolosamente bollato come una controfigura minore di Michael Haneke. I due però hanno in comune soltanto la provenienza austriaca Continua a leggere

Pubblicità

La Pianista

la pianistadi Michael Haneke (Austria/Francia, 2001)

Il cinema di Michael Haneke: così austero, così perverso. L’ispirazione per “La Pianista” (“La Pianiste”) questa volta arriva dall’omonimo romanzo di Elfriede Jelinek, scrittrice austriaca premiata con il Nobel per la letteratura nel 2004. Si tratta di una delle pellicole più glaciali tra quelle dirette dal regista, soprattutto se rapportata alla psicologia contorta della protagonista Erika Kohut Continua a leggere

Lo Strano Vizio Della Signora Wardh

lo strano vizio della signora wardhdi Sergio Martino (Italia/Austria, 1971)

Tra i tanti gialli diretti dal prolifico Sergio Martino, “Lo Strano Vizio Della Signora Wardh” si ritaglia uno spazio importante. Si tratta del primo banco di prova del regista con il genere, un’opera già matura per mietere consensi soprattutto al di fuori dei nostri confini nazionali, dove il film è considerato da tempo un cult a tutti gli effetti. Il merito di questo successo è da ricercare in una formula Continua a leggere

Canicola

canicoladi Ulrich Seidl (Austria, 2001)

Ulrich Seidl conosce bene i viennesi e le loro stranezze. Ce lo ha raccontato nel suo docufilm “Im Keller” (2014) e ancora prima in questo “Canicola”, il suo secondo lungometraggio ormai risalente al 2001.
Durante un’estate particolarmente bollente, le villette della ricca borghesia austriaca pullulano di gente immobile che si arrostisce sotto al sole, ma dietro Continua a leggere