I Tre Volti Della Paura

di Mario Bava (Italia/Francia, 1963)

“I Tre Volti Della Paura” è senza dubbio uno dei film più conosciuti tra quelli diretti da Mario Bava, non tanto per il valore effettivo dell’opera (i ricavi al botteghino furono persino modesti), quanto per la sua influenza negli anni a venire. Un caso eclatante fu quello dei leggendari Black Sabbath, i quali scelsero di chiamarsi così ispirati proprio dalla Continua a leggere

Pubblicità

Il Buio Si Avvicina

il buio s adi Kathryn Bigelow (Stati Uniti, 1987)

Abbiamo scelto la bellissima locandina italiana per presentarvi “Il Buio Si Avvicina” (“Near Dark”), un film del 1987 capace di smarcarsi dal classico cinema sui vampiri di taglio tipicamente gotico. Ancora oggi questa pellicola resta tra le migliori mai realizzate da Kathryn Bigelow, non tanto per la storia in sé, quanto per le incredibili suggestioni notturne di cui essa è permeata. C’è anche da dire Continua a leggere

L’Ultimo Uomo Sulla Terra

l'ultimo uomo sulla terradi Ubaldo Ragona (Italia/Stati Uniti, 1964)

Se al posto dei vampiri (con tanto di aglio per scacciarli e paletti di legno per ucciderli!) ci fossero stati dei veri zombi affamati di carne umana, l’importanza storica di questo lungometraggio sarebbe stata enorme. “L’Ultimo Uomo Sulla Terra” (“The Last Man On Earth”) resta comunque una pellicola basilare per il cinema post-apocalittico degli anni sessanta, non a caso quattro anni dopo George Continua a leggere

Lèvres De Sang

ZZL014AAdi Jean Rollin (Francia, 1975)

Jean Rollin (1938-2010) è stato un regista fuori dal tempo, così come i suoi film, spesso sospesi all’interno di un sognante e surreale universo parallelo. Se alcune delle sue pellicole fossero state realizzate solo dieci anni prima, Rollin avrebbe ricevuto una maggiore considerazione sia dal pubblico che dalla critica: molti dei suoi lavori più celebri escono invece durante gli anni settanta Continua a leggere

Vampyr

vampyrdi Carl Theodor Dreyer (Germania/Francia, 1932)

Nonostante un destino a dir poco travagliato, “Vampyr” ha ritrovato in parte il suo antico splendore grazie al restauro a cura della Stiftung Deutsche Kinemathek e della Cineteca di Bologna. Ovviamente si tratta di una versione usurata e incompleta (la durata è di circa settantadue minuti), ma il prodotto è qualitativamente accettabile e degno Continua a leggere

Le Avventure Del Ragazzo Del Palo Elettrico

le avventure del ragazzodi Shinya Tsukamoto (Giappone, 1987)

Tetsuo: The Iron Man” (1989) non è nato per caso, già da tempo infatti Shinya Tsukamoto stava sperimentando un cinema del tutto personale, sia a livello estetico che a livello concettuale. “Le Avventure Del Ragazzo Del Palo Elettrico” (“Denchû Kozô No Bôken”) è un mediometraggio di circa quarantacinque minuti che precede di due anni il capolavoro cyberpunk del regista, un’opera che Continua a leggere

Violenza Ad Una Vergine Nella Terra Dei Morti Viventi

violenza a una verginedi Jean Rollin (Francia, 1971)

Quando si tratta di affibbiare titoli italiani a film stranieri, abbiamo sempre molta fantasia. Ma soprattutto furbizia, perché se “Le Frisson Des Vampires” diventa “Violenza Ad Una Vergine Nella Terra Dei Morti Viventi” significa voler attirare il pubblico utilizzando tutte le sfaccettature possibili del cinema exploitation: quelle legate alla violenza, al sesso (la vergine) e visto che ci Continua a leggere

Fascination

fascinationdi Jean Rollin (Francia, 1979)

“Fascination” rappresenta uno degli ultimi film del periodo più fruttuoso e ispirato di Jean Rollin, un’opera uscita nel 1979 dopo una serie di pellicole dalle alterne fortune (ricordiamo alcuni dei suoi titoli più importanti, come “Violenza Ad Una Vergine Nella Terra Dei Morti Viventi” del 1971, il memorabile “La Rosa Di Ferro” del 1973 e ancora “Lèvres De Sang” del 1975). Costretto a girare Continua a leggere