La Zona Morta

di David Cronenberg (Stati Uniti/Canada, 1983)

“La Zona Morta” è stata una grande scommessa per David Cronenberg, soprattutto in tempi di body horror e di una costante scalata verso l’alto (il capolavoro “Videodrome” esce anch’esso nel 1983). In effetti era praticamente impossibile migliorare o comunque eguagliare i livelli raggiunti dall’omonimo romanzo pubblicato quattro anni prima da Continua a leggere

Pubblicità

Grano Rosso Sangue

di Fritz Kiersch (Stati Uniti, 1984)

“Grano Rosso Sangue” (“Children Of The Corn”) è uno dei tanti film basati su qualche racconto o romanzo di Stephen King (in questo caso la storia è contenuta nella raccolta “A Volte Ritornano”, uscita originariamente nel 1978). Si tratta senza dubbio di una trasposizione di successo, nonostante Stephen King fu estromesso dalla sceneggiatura per fare spazio Continua a leggere

Creepshow

creepdi George A. Romero (Stati Uniti, 1982)

Negli ultimi anni abbiamo assistito a una notevole inflazione di film horror a episodi, opere spesso dirette da più registi e quindi non sempre capaci di seguire un filo logico (ed estetico) coerente. Oggi perciò ci siamo sentiti in dovere di ripescare dal cilindro un lavoro molto importante all’interno di questo filone, “Creepshow”, l’unione tra un grande regista (George A. Romero) e un grande scrittore Continua a leggere

The Mist

the mistdi Frank Darabont (Stati Uniti, 2007)

Frank Darabont correva dietro a questo progetto fin dagli anni ottanta, un’idea poi riuscita a concretizzarsi soltanto nel 2007. Nella vita bisogna anche saper aspettare, perché se “The Mist” fosse uscito durante la seconda metà di quel decennio, forse avrebbe fatto la stessa fine di alcune trasposizioni di Stephen King realizzate all’epoca e mai realmente capaci di lasciare il segno. “The Mist” Continua a leggere

Misery Non Deve Morire

miserydi Rob Reiner (Stati Uniti, 1990)

Le opere di Stephen King hanno sempre trovato terreno fertile in ambito cinematografico, grazie a una serie infinita di trasposizioni più o meno riuscite. Nonostante alcuni flop annunciati (neppure pochi a dire il vero), qualche titolo è riuscito comunque a entrare nella storia del cinema: pensiamo a “Carrie” (1976), a “Shining” (1980) o più recentemente a “Il Miglio Verde” Continua a leggere

Brivido

brvidoposterdi Stephen King (Stati Uniti, 1986)

“Camion” (“Trucks”) è un racconto di Stephen King contenuto nella sua prima raccolta “A Volte Ritornano” (“Night Shift”), pubblicata nel lontano 1978. Da questa storia è stato tratto l’unico film con King alla regia, “Brivido” (il titolo originale è “Maximum Overdrive”), un lavoro che nonostante alcuni evidenti limiti è rimasto incastonato nell’immaginario fantahorror degli anni ottanta Continua a leggere

1922

1922di Zak Hilditch (Stati Uniti, 2017)

Le grandi coltivazioni di granturco sono una delle immagini simbolo del Nebraska, un territorio sconfinato proprio nel cuore degli Stati Uniti. Una cornice suggestiva nella quale si muovono i protagonisti di “1922”, film prodotto da Netflix e ispirato all’omonimo racconto di Stephen King (incluso nella raccolta “Notte Buia, Senza Stelle”). Alla regia troviamo un nome che già ci aveva Continua a leggere

Carrie

carriedi Brian De Palma (Stati Uniti, 1976)

Stephen King inizia la sua carriera con “Carrie” nel 1974. Trascorrono neppure due anni e lo sceneggiatore Lawrence D. Cohen adatta il romanzo in quello che a breve diventerà un successo cinematografico su larga scala. Con un talento alla regia come Brian De Palma non poteva essere altrimenti, considerando che il film – pur semplificando e modificando molti aspetti del libro Continua a leggere

Christine

christine1di John Carpenter (Stati Uniti, 1983)

Nonostante “The Fog” (1980), “1997: Fuga Da New York” (1981) e “La Cosa” (1982), il vero ingresso di John Carpenter negli anni ottanta è rappresentato da “Christine – La Macchina Infernale”, un film che apre una nuova era per il regista americano. In “Christine” non esistono più gli antieroi, ma una serie di personaggi stereotipati che ritroviamo spesso in molte pellicole contemporanee, dal bullo Continua a leggere