Frogs

frogsdi George McCowan (Stati Uniti, 1972)

Davanti a una frase come questa (“io credo ancora che l’uomo debba dominare la natura”), diventa logico attendersi una risposta adeguata. La natura dunque si incazza. Molti decenni prima delle battaglie portate avanti da Greta Thunberg, sugli schermi spopola il cosiddetto filone eco-vengeance, del quale la ragazzina svedese andrebbe davvero orgogliosa: un sottogenere legato al cinema horror in Continua a leggere

Pubblicità

Arcana

arcanadi Giulio Questi (Italia, 1972)

La scritta in sovraimpressione posta all’inizio di “Arcana” non è casuale, Giulio Questi ci avvisa che questo film non è una storia ma è un gioco (e i giocatori siamo noi). Un po’ come buttare sulle nostre spalle l’interpretazione stessa dell’opera, uno sporco affare che bisogna saper accettare senza farsi prendere dal panico. “Arcana” infatti, per almeno un’ora, si dimostra una pellicola abbastanza limpida Continua a leggere

La Montagna Sacra

la m sdi Alejandro Jodorowsky (Messico, 1973)

“La Montagna Sacra” (“La Montaña Sagrada”) è un film che cresce visione dopo visione. La prima volta ti ammalia e ti confonde, la seconda ti stimola ulteriori riflessioni mentre la terza ti rende definitivamente consapevole della sua unicità e della sua grandezza. In poche parole, nel 1973 Alejandro Jodorowsky realizza uno dei più incredibili capolavori del cinema, un caleidoscopico Continua a leggere

Baskin

16809673_1787295861287692_717227456_ndi Can Evrenol (Turchia, 2015)

Un gruppo di rudi poliziotti viene chiamato per un’emergenza in una zona isolata della città: finiscono però all’interno di un edificio dismesso simile a una bolgia infernale, sotterranei oscuri dove dimorano orrende creature dedite a rituali satanici.
La prima parte di “Baskin” è ricca di mistero e i dialoghi dei protagonisti non sono di certo rilassanti e accomodanti Continua a leggere