Lady Vendetta

di Park Chan-Wook (Corea del Sud, 2005)

Con questo lungometraggio del 2005 si chiude la celebre trilogia della vendetta di Park Chan-Wook, tre pellicole ognuna delle quali capace di brillare di luce propria. Difficile dunque scegliere tra un capolavoro assoluto del cinema coreano (“Mr. Vendetta”) e uno dei film orientali più celebri di sempre (“Oldboy”), con “Lady Vendetta” a rappresentare un Continua a leggere

Pubblicità

Interrogation

interrogationdi Ryszard Bugajski (Polonia, 1989)

“Interrogation” (“Przesłuchanie”) è stato girato da Ryszard Bugajski nel 1982 ma è uscito in via ufficiale soltanto nel 1989, dopo il crollo del blocco sovietico. Nel frattempo il regista era emigrato in Canada, portando con sé alcune copie del film che già nel corso degli anni ottanta stavano dunque circolando silenziosamente. I semi sono stati poi raccolti nel 1990, con la vittoria a Cannes Continua a leggere

L’Istruttoria È Chiusa: Dimentichi

istrdi Damiano Damiani (Italia/Francia, 1971)

Damiano Damiani, oltre a essere stato uno dei migliori registi italiani di sempre, è stato pure un attento osservatore della realtà sociale e politica circostante, uno sguardo tramutatosi nel cosiddetto cinema di impegno civile (in tal senso i nostri titoli preferiti sono “Il Giorno Della Civetta”, “Confessione Di Un Commissario Di Polizia Al Procuratore Della Repubblica” e l’amarissimo “Io Continua a leggere

Ghosts… Of The Civil Dead

g_di John Hillcoat (Australia, 1988)

La carriera di John Hillcoat ormai è giunta al suo trentennale, un percorso tutt’altro che prolifico ma comunque importante, considerando che da tempo Hillcoat è ritenuto uno dei migliori registi australiani in circolazione. “Ghosts… Of The Civil Dead” non è certo il suo film più conosciuto, ma si tratta di un esordio contraddistinto da uno stile molto personale, un prison movie atipico che sotto Continua a leggere

A Prayer Before Dawn

a prayer before dawndi Jean-Stéphane Sauvaire (UK/Francia, 2017)

“A Prayer Before Dawn” racconta la sconvolgente storia vera di Billy Moore, un uomo riuscito a sopravvivere alla terrificante esperienza delle carceri thailandesi grazie al suo talento nel Muay Thai, disciplina storica di quel paese dove ai combattenti è consentito colpire l’avversario utilizzando calci, pugni, gomitate e ginocchiate. Un calvario già descritto nel celebre best seller da cui è tratto il film Continua a leggere

American Guinea Pig: Bloodshock

13528891_1130608057002064_5257391624371037484_ndi Marcus Koch (Stati Uniti, 2015)

Tendenzialmente gli horror dove si vedono solo torture rischiano di annoiare a morte. Ovviamente ci sono le eccezioni, prima di tutto alcuni film della celebre e infame serie giapponese “Guinea Pig” (i primi due, ma soprattutto il triste e malato diversivo “Guinea Pig: Mermaid In A Manhole”), opere aiutate anche da un minutaggio ridotto e da effetti speciali da Continua a leggere