Ladybug Ladybug

di Frank Perry (Stati Uniti, 1963)

Le bombe atomiche sganciate in Giappone hanno spalancato una finestra su scenari ancora più apocalittici. Ecco perché, durante i lunghi decenni contraddistinti dalla guerra fredda, ogni timore è diventato paranoia, così come ogni paura si è trasformata in ossessione. Questa breve ma incisiva pellicola americana del 1963 affronta le dinamiche Continua a leggere

Pubblicità

A Prova Di Errore

di Sidney Lumet (Stati Uniti, 1964)

Quella che un tempo si chiamava guerra fredda, oggi si è trasformata in una partita a scacchi geopolitica tra due o più schieramenti (bisogna metterci dentro anche la Cina). Una mossa falsa del nemico può scatenare sanzioni, embarghi e quant’altro, perché l’ipotetico periodo di pace in cui viviamo in realtà nasconde mille battaglie invisibili, giocate Continua a leggere

Hallucination

di Joseph Losey (Gran Bretagna, 1962) 

Per gli inglesi è “The Damned” (la celebre punk rock band londinese prese il nome proprio dal titolo originale del film!), mentre per noi è “Hallucination”. Questa pellicola diretta dallo statunitense Joseph Losey e prodotta dalla Hammer non ha mai ricevuto i giusti riconoscimenti, considerando che all’epoca non era affatto semplice parlare di politica e Continua a leggere

Threads

threadsdi Mick Jackson (Gran Bretagna, 1984)

Non ho idea di quali armi serviranno per combattere la terza guerra mondiale, ma la quarta sarà combattuta con i bastoni e con le pietre”. Questa frase, attribuita ad Albert Einstein, lascia trasparire tutti i timori di un ipotetico conflitto nucleare, un leitmotiv che ritroviamo ossessivamente durante la lunga stagione della guerra fredda. Con il trascorrere degli anni, accanto Continua a leggere

Porno Holocaust

Porno Holocaustdi Joe D’Amato (Italia, 1981)

Tra i vari film girati da Joe D’Amato a Santo Domingo e dintorni (il cosiddetto periodo caraibico), “Porno Holocaust” ha un posto speciale nel nostro cuore. Si tratta di un lavoro girato con quattro soldi ma talmente delirante da entrare nelle grazie di noi appassionati, un po’ come tutto il cinema di questo regista così eclettico che ancora oggi non smettiamo mai di celebrare. Il film si Continua a leggere

Shin Godzilla

G_flyer_omote_OK2di Hideaki Anno e Shinji Higuchi (Giappone, 2016)

Godzilla per i giapponesi incarna tre catastrofi in una: quella radioattiva (il nucleare, dopo la tragedia di Fukushima, è un tema più attuale che mai), quella legata agli tsunami (il mostro emerge dall’oceano sollevando onde devastanti) e ovviamente quella affine alla distruzione causata dai terremoti (il gigante che abbatte intere città). Continua a leggere