Cicha Noc

di Piotr Domalewski (Polonia, 2017)

Non fatevi ingannare dalla banale locandina, “Cicha Noc” (notte silenziosa) non è affatto una commedia natalizia, bensì uno spietato dramma familiare di quelli che fanno masticare amaro. Per il polacco Piotr Domalewski si tratta di un esordio con i fiocchi (in patria il film ha ottenuto importanti riconoscimenti), un successo poi bissato di recente con Continua a leggere

Pubblicità

Christmas Evil

christmas evildi Lewis Jackson (Stati Uniti, 1980)

Per molti cinefili l’arrivo di dicembre coincide anche con il desiderio di volersi rivedere un bel film dalle atmosfere natalizie, meglio ancora se un horror (almeno nel nostro caso). Di capolavori in giro però ce ne sono pochi. Restando in tema, uno dei nostri lungometraggi preferiti è sicuramente l’ormai datato “Black Christmas” (1974) di Bob Clark, un’opera da non sottovalutare soprattutto in ottica proto Continua a leggere

Krampus

krampusdi Michael Dougherty (Stati Uniti, 2015)

Ricordo ancora quando nel 2015 fu annunciata l’uscita nelle sale di “Krampus”, una commedia horror natalizia che avrebbe potuto allietare il pubblico italiano durante il mese di dicembre. Il film però scomparve improvvisamente dai monitor senza neppure una nuova data di distribuzione, per poi essere venduto straight to video nella primavera dell’anno successivo (intelligente l’idea di aspettare Continua a leggere

Treevenge

treevengedi Jason Eisener (Canada, 2008)

Quando arrivano le feste natalizie puntualmente risbucano fuori vecchi proto-slasher di culto (pensiamo a “Black Christmas”), irriverenti mostriciattoli (“Gremlins”) o pellicole più orientate sul cinema fantastico tout court (recentemente vanno di moda gli horror sui Krampus). Ma ogni maratona sul tema che si rispetti non può assolutamente trascurare questo cortometraggio Continua a leggere

Silent Night, Bloody Night

silent ndi Theodore Gershuny (Stati Uniti, 1972)

“Silent Night, Bloody Night” è un film conosciuto con molti titoli, da “Night Of The Dark Full Moon” fino a “Death House” (la recente uscita home video italiana ha scelto quest’ultima denominazione). Noi preferiamo mantenere quel tocco natalizio che emerge già nella melodia presente nei credits iniziali, dopotutto l’opera è ambientata (in Massachusetts) proprio durante la vigilia di Natale. Si tratta di Continua a leggere

The Children

the childrendi Tom Shankland (Gran Bretagna, 2008)

Se qualche volta ci lamentiamo per quelle situazioni in cui i bambini sembrano i padroni del mondo (quando urlano con gli ultrasuoni, quando piangono a dirotto oppure quando sono liberi di correre e di far casino tra i tavoli di un ristorante), meglio accettare a malincuore queste condizioni perché esistono alcuni film dove essi fanno molto di peggio: ammazzano senza pietà. “The Children” Continua a leggere

Female Trouble

female troubledi John Waters (Stati Uniti, 1974)

Due anni dopo il memorabile “Pink Flamingos” (1972), John Waters realizza la seconda pellicola a colori della sua carriera, “Female Trouble” (inizialmente intitolata “Rotten Mind, Rotten Face”). Se già con il sovversivo “Multiple Maniacs” (1970) il regista di Baltimora aveva mostrato interesse per il crimine (le azioni di Divine e della sua combriccola di pervertiti non erano poi così Continua a leggere

Christmas Cruelty!

christmas cruelty!di Per-Ingvar Tomren (Norvegia, 2013)

Con un incipit così promettente, è un peccato dover parlare di “Christmas Cruelty!” come del solito filmetto natalizio usa e getta. Un b-movie comunque discretamente originale e fortemente orientato sul gore, l’unico vero motivo per cui valga la pena buttarci un occhio.
Prima che appaiano i titoli di testa, assistiamo a quattro minuti scarsi di assoluta follia: un uomo Continua a leggere

Black Christmas

black christmas_di Bob Clark (Canada/Stati Uniti, 1974)

Quando si avvicinano le feste natalizie, il cinema spesso ci propone il peggio: patetici film per famiglie, cinepanettoni, buonismo a palate e lieto fine assicurato. Ma per fortuna c’è un lato oscuro fatto di horror, di commedie politicamente scorrette e di opere di varia estrazione che sfruttano queste gioiose atmosfere solo per creare il giusto contrasto con qualcosa di molto Continua a leggere