Cella 211

di Daniel Monzón (Spagna/Francia, 2009)

Se nel giro di poco tempo “Cella 211” (“Celda 211”) è diventato uno dei prison movie più apprezzati degli ultimi dieci-quindici anni, i motivi non sono pochi: sicuramente l’ampio successo raccolto in Spagna (otto Premi Goya su sedici candidature) ha fatto da traino per tutto il resto, consacrando per l’ennesima volta un grande attore come Luis Tosar e mettendo Continua a leggere

Quien A Hierro Mata

occhio per occhiodi Paco Plaza (Spagna, 2019)

Dopo la poco esaltante esperienza sovrannaturale di “Verónica” (2017), Paco Plaza torna in grande stile direttamente su Netflix con un thriller davvero crudele. Nulla di cui stupirsi, considerando che da molti anni in questo genere di film gli spagnoli stanno tirando fuori prodotti di alto valore. Come se non bastasse, la ciliegina sulla torta è rappresentata dalla presenza del sempre ottimo Continua a leggere

Bed Time

bed-timedi Jaume Balagueró (Spagna, 2011)

Dopo il successo ottenuto con “[Rec]” (2009) e “[Rec]²” (2011), il catalano Jaume Balagueró abbandona momentaneamente il timone che aveva condiviso insieme al collega Paco Plaza, lasciando che sia lui a dirigere il terzo “[Rec]³: Génesis” (2012), prima di ritornare alla regia della celebre saga con la chiusura definitiva del cerchio (il trascurabile “[Rec]4: Apocalipsis” del 2014) Continua a leggere