Basket Case

basket casedi Frank Henenlotter (Stati Uniti, 1982)

What’s in the basket?” è la mitica domanda di rito in “Basket Case”, cult movie dei primi anni ottanta incentrato su un misterioso cesto di vimini chiuso a chiave con un lucchetto. Si tratta del primo lungometraggio in assoluto per Frank Henenlotter (all’epoca poco più che trentenne), il quale prese ispirazione da “Baby Killer” (1974) di Larry Cohen creando però qualcosa di altamente originale. Un Continua a leggere

Frankenhooker

fradi Frank Henenlotter (Stati Uniti, 1990)

“Frankenhooker” è un gioco di parole tra Frankenstein e hooker, un termine che in slang americano significa prostituta. Dopo due cult movies come “Basket Case” (1982) e “Brain Damage” (1988), il nuovo decennio si rivela in partenza molto prolifico per il regista newyorkese: nel 1990 esce appunto “Frankenhooker” e subito dopo arrivano “Basket Case 2” e “Basket Case 3” (entrambi non Continua a leggere

Brain Damage

brain damagedi Frank Henenlotter (Stati Uniti, 1988)

Se il lontano debutto “Basket Case” (1982) è considerato un b-movie di culto da tutti gli appassionati del genere, “Brain Damage” è qualcosa di più, perché sei anni dopo Frank Henenlotter non solo ha a disposizione un budget più elevato, ma riesce a far collimare in maniera intelligente l’horror e la commedia attraverso un’opera che dietro la deriva splatter e grottesca nasconde una critica Continua a leggere