U-Boot 96

u-boot 96di Wolfgang Petersen (Germania Ovest, 1981)

Chi ha avuto la possibilità di vedere “U-Boot 96” dal 1997 in poi, molto probabilmente si è imbattuto nella director’s cut, una versione definitiva di ben 209 minuti ridoppiata per l’occasione dagli stessi attori che tanti anni prima presero parte al film. Tre ore e mezza in cui l’approfondimento dei personaggi diventa di primaria importanza, anche perché a differenza di molte altre pellicole ambientate Continua a leggere

Pubblicità

The Descent

thedescentdi Neil Marshall (Gran Bretagna, 2005)

Se soffrite di claustrofobia, state alla larga da questo film. Raramente il cinema horror ha sfruttato a dovere un’ambientazione di questo tipo, dove grotte e stretti cunicoli sotterranei rappresentano una sorta di labirinto senza vie di fuga, la location ideale per restare con il fiato sospeso nella speranza di trovare un raggio di luce che indichi l’uscita. Prodotto nel 2005, “The Descent – Discesa Nelle Continua a leggere

Cube

cubedi Vincenzo Natali (Canada, 1997)

“Cube – Il Cubo” è la risposta metafisica e claustrofobica a quel cinema di fantascienza spesso incentrato sui misteri dello spazio infinito e sulla scoperta di galassie lontane. In questo mondo ristretto, razionale e geometrico, i contorni sono ben definiti e l’uomo è costretto a lottare per la sopravvivenza utilizzando la propria intelligenza, capace di decifrare codici universali che vanno al di Continua a leggere