Unfriended: Dark Web

di Stephen Susco (Stati Uniti, 2018)

Anche se parlare di sequel vero e proprio è ovviamente fuorviante, “Unfriended: Dark Web” si infila sulla scia del primo capitolo diretto da Levan Gabriadze nel 2014, mettendo però da parte ogni riferimento al sovrannaturale (con risultati finalmente degni di nota). Qui viene meno l’originalità del prototipo “Unfriended”, ma si sale vertiginosamente a Continua a leggere

Pubblicità

Hard Candy

di David Slade (Stati Uniti, 2005)

Dopo aver girato alcuni videoclip per gente del calibro di Aphex Twin, Tori Amos, Stone Temple Pilots e System Of A Down, la carriera di David Slade è proseguita nel mondo del cinema e delle serie televisive. Anche se molti di voi si ricorderanno del suo celebre horror “30 Giorni Di Buio” (uscito nel 2007 e prodotto da Sam Raimi), oggi ci è sembrato Continua a leggere

Only The Animals

seules lesdi Dominik Moll (Francia/Germania, 2019)

Se in apparenza “Only The Animals” (“Seules Les Bêtes”) può sembrare un thriller come tanti, in realtà siamo al cospetto di una pellicola profondamente drammatica, in cui la risoluzione di un caso diventa soltanto lo strumento necessario per conoscere un manipolo di personaggi infelici, tormentati e segnati da una serie di circostanze negative. Dominik Moll (regista nato in Germania Continua a leggere

Nevrland

nevrlanddi Gregor Schmidinger (Austria, 2019)

Il cinema indipendente austriaco continua imperterrito a sfornare prodotti di livello, lo abbiamo visto di recente con lo splendido “Die Beste Aller Welten” (2017) di Adrian Goiginger e lo ribadiamo oggi con “Nevrland”, primo lungometraggio per il talentuoso Gregor Schmidinger, regista classe 1985 nato a Linz. Nel curriculum di Schmidinger possiamo annoverare Continua a leggere

Beach Rats

beach ratsdi Eliza Hittman (Stati Uniti, 2017)

Quello di Eliza Hittman è il classico dramma indipendente da Sundance Festival (dove infatti ha vinto il premio per la miglior regia), un film scarno ed essenziale che ricalca sotto alcuni aspetti quell’approccio cinematografico già visto in Larry Clark o in Gus Van Sant.
La prima mezzora è folgorante: Frankie è un belloccio con una doppia vita, il giorno lo passa con Continua a leggere

Megan Is Missing

megan is missingdi Michael Goi (Stati Uniti, 2011)

Il numero di individui che scompaiono quotidianamente in America è impressionante. In un anno si arrivano a toccare cifre da capogiro (quasi centomila casi), molti dei quali vengono risolti (con il ritrovamento dei cadaveri o delle persone vive), altri invece no. “Megan Is Missing” è ispirato a una storia vera, una delle tante in realtà, visto che negli Stati Uniti il fenomeno di giovani adolescenti Continua a leggere