Parasite

parasitedi Bong Joon-Ho (Corea del Sud, 2019)

Trattenete il fiato e buttatevi a capofitto nella visione di “Parasite” (“Gisaengchung”), ne uscirete rigenerati dopo due ore abbondanti di grande cinema. Lo stesso Bong Joon-Ho sembra aver ritrovato la retta via coreana, in seguito all’esperienza di ampio respiro intrapresa prima con “Snowpiercer” (2013) e poi con “Okja” (2017), due film di discreta fattura ma comunque ben lontani Continua a leggere

Pubblicità

Take Shelter

takedi Jeff Nichols (Stati Uniti, 2011)

Tra tutti i film finora diretti da Jeff Nichols, “Take Shelter” è indubbiamente il migliore. Non a caso proprio grazie a questa pellicola il regista americano si aggiudicò nel 2011 il Gran Premio della Critica a Cannes e una caterva di altri riconoscimenti in diverse manifestazioni. Merito anche della presenza di Michael Shannon, qui attore protagonista in un ruolo assolutamente perfetto, diretto erede di quello Continua a leggere

Frankenstein’s Army

frankdi Richard Raaphorst (Olanda, 2013)

Che i nazisti o i loro alleati abbiano compiuto esperimenti stravaganti durante la seconda guerra mondiale, questo è risaputo: oltre ai libri di riferimento, anche il cinema infatti ci ha messo davanti agli orrori di quei terribili anni con pellicole allucinanti, come ad esempio “Men Behind The Sun” (1988) o “Philosophy Of A Knife” (2008), entrambe incentrate sulle cavie umane Continua a leggere

The Divide

the dividedi Xavier Gens (Canada/Stati Uniti/Francia, 2011)

Xavier Gens è salito alla ribalta nel 2007, durante il periodo d’oro dell’horror francese. “Frontier(s)” resta ancora oggi uno dei titoli di punta di quella magnifica ondata di sangue e violenza, poi dissipatasi lentamente per una serie di motivi. Con quell’opera però il regista di Dunkerque dimostrava di possedere un gusto meno europeo e Continua a leggere

Il Giorno Degli Zombi

il giorno degli zombidi George A. Romero (Stati Uniti, 1985)

“Il Giorno Degli Zombi” chiude nel modo più nero e funesto la prima trilogia di George A. Romero dedicata a queste creature che tanto hanno dato al cinema horror. Se “La Notte Dei Morti Viventi” (1968) aveva posto le basi per il risveglio e l’invasione (in un ambiente comunque circoscritto), “Zombi” (1978) contemplava un’epidemia ormai a livello mondiale, con i sopravvissuti comunque Continua a leggere