The Big Shave

di Martin Scorsese (Stati Uniti, 1967)

Quel periodo di grande rinnovamento del cinema americano, denominato per l’occasione New Hollywood, ha inizio verso la fine degli anni sessanta e si conclude agli albori degli 80s. Tra i registi di punta di questa intensa e produttiva stagione cinematografica, non poteva mancare il nome di Martin Scorsese, il cui ruolo è stato determinante fin dai Continua a leggere

New York: Ore Tre – L’Ora Dei Vigliacchi

new york ore tredi Larry Peerce (Stati Uniti, 1967)

Da un regista nato nel Bronx non potevamo certo aspettarci una pellicola tutta rose e fiori, seppure nel lontano 1967 l’America sembrava ancora distante da quel tunnel legato al turbolento (e violento) cinema urbano del decennio successivo. “The Incident” (questo il titolo originale) è un film anticipatore, capace di influenzare gente come Walter Hill o Abel Ferrara, una sorta di piccolo ma gustoso antipasto di Continua a leggere

Spider Baby

spider babydi Jack Hill (Stati Uniti, 1967)

“Spider Baby” sarebbe dovuto già uscire nel 1964, ma alcuni problemi legati alla produzione posticiparono di oltre tre anni questo debutto ancora oggi amatissimo in patria. L’approccio di Jack Hill qui è ancora rivolto ai vecchi b-movies del passato, sia per l’utilizzo del b/n che per una storia piena di rimandi al cinema horror classico, non a caso uno degli attori del film (Lon Chaney Jr) cita Continua a leggere

Viy

viydi Konstantin Ershov e Georgiy Kropachyov (Unione Sovietica, 1967)

Cosa hanno in comune Mario Bava e questa coppia di registi sovietici? In apparenza nulla, eppure sia “La Maschera Del Demonio” (1960) che “Viy” prendono entrambi ispirazione dall’omonimo racconto di Nikolaj Vasilevič Gogol, pubblicato all’interno della raccolta Milgorod (1835). Ma se il film di Bava si colloca come pietra miliare del gotico italiano Continua a leggere

Se Sei Vivo Spara

se sei vivo sparadi Giulio Questi (Italia/Spagna, 1967)

“Se Sei Vivo Spara” è uno spaghetti western atipico, Giulio Questi riversa infatti tra questi fotogrammi tutta la sua esperienza durante la guerra partigiana in montagna, immagini crude, violente e prive di umanità. Un film cinico, visionario, girato con pochi mezzi eppure strutturato con ingegno e acutezza, praticamente un western di quelli da vedere e rivedere anche a distanza di anni.
Una banda di criminali Continua a leggere

The Trip

the tripdi Roger Corman (Stati Uniti, 1967)

Jack Nicholson scrive la sceneggiatura e Roger Corman dirige. Una singolare accoppiata per un film di culto del 1967, uscito successivamente in Italia con il titolo “Il Serpente Di Fuoco”. Ma mai come questa volta è importante preservare la denominazione originale dell’opera, “The Trip”, l’essenza più pura per un viaggio lisergico tra i più affascinanti visti sullo schermo. Ci troviamo in piena epoca hippie, è il periodo Continua a leggere

Questa Notte Mi Incarnerò Nel Tuo Cadavere

esta-noite-encarnarei-no-teu-cadaverdi José Mojica Marins (Brasile, 1967)

José Mojica Marins aka Coffin Joe ha ottantuno anni ma ancora continua a fare cinema sia come attore che come regista di piccoli cortometraggi. Un beniamino non solo in Brasile, capace di regalarci una lunga serie di film incentrati sulla figura di Zé Do Caixão, personaggio ormai inscindibile dalla sua reale esistenza. Un’etichetta impossibile da rimuovere, un po’ come per il binomio Bruce Continua a leggere

Mouchette

MV5BMTk5NzgwOTMxMV5BMl5BanBnXkFtZTcwMDk2NDE0MQ@@._V1_di Robert Bresson (Francia, 1967)

Cinema estremo è anche cinema del dolore. “Mouchette – Tutta La Vita In Una Notte” è una profonda riflessione sul male realizzata da uno dei registi più influenti dello scorso secolo, Robert Bresson, indiscusso maestro francese del minimalismo. Un codice nel quale lo spettatore diventa il vero protagonista, poiché tocca a lui dover decifrare quelle sensazioni che i personaggi Continua a leggere