L’Uccello Dalle Piume Di Cristallo

l'uccello dalle piumedi Dario Argento (Italia/Germania Ovest, 1970)

Subito dopo i titoli di testa, le prime immagini che vediamo ci presentano un elemento ricorrente nel cinema di Dario Argento: guanti neri e coltelli. L’assassino pregusta il prossimo delitto, studia le vittime, le tiene sempre sotto controllo. Una tensione latente che esplode in questo esordio di altissimo spessore, il film che apre il ciclo argentiano della trilogia degli animali ottenendo Continua a leggere

Pubblicità

A Bloody Aria

abloodydi Won Shin-Yeon (Corea del Sud, 2006)

In poco meno di vent’anni di carriera, il coreano Won Shin-Yeon ha girato sei lungometraggi, la maggior parte dei quali sono rimasti praticamente sconosciuti nel mercato occidentale. Se il suo primo film (“The Wig”) era un horror tutto sommato trascurabile, qualcosa di più interessante l’abbiamo vista di recente con il thriller “Memoir Of A Murderer” (2017), un titolo non fondamentale Continua a leggere

Baixio Das Bestas

baixiodasbestas,jpgdi Cláudio Assis (Brasile, 2006)

Una delle nostre missioni è far riemergere dalle tenebre quei film meritevoli che purtroppo conoscono in pochi. Oggi quindi ci spostiamo in Brasile per parlarvi di una delle opere più dure e interessanti tra quelle realizzate da Cláudio Assis, regista classe 1959 originario dello stato del Pernambuco. Il titolo di questo “Baixio Das Bestas” (o se volete, “Bog Of Beasts”) si riferisce a un Continua a leggere

Pity

pitydi Babis Makridis (Grecia, 2018)

Dietro il successo della tanto celebrata new wave ellenica, non ci sono soltanto dei bravi registi ma c’è anche uno sceneggiatore indissolubilmente legato ad alcuni titoli usciti nel corso degli ultimi anni. Parliamo di Efthymis Filippou, già all’opera con Yorgos Lanthimos (“Kynodontas”, “Alps”, “The Lobster” e “Il Sacrificio Del Cervo Sacro”), con Athiná-Rachél Tsangári (“Chevalier”) e con Babis Continua a leggere

L’Occhio Che Uccide

peeping_tomdi Michael Powell (Gran Bretagna, 1960)

Nel gergo britannico “Peeping Tom” significa guardone. Non poteva esserci titolo migliore per questo importante thriller diretto da Michael Powell, un lavoro controverso che soltanto dopo tanti anni è riuscito a convincere anche i suoi più ostici detrattori: non tanto per ciò che viene raccontato, quanto per ciò che viene mostrato, una vera e propria anticipazione di quel cinema del voyeurismo Continua a leggere

Playground

playgrounddi Bartosz M. Kowalski (Polonia, 2016)

Possiamo considerare “Playground” (“Plac Zabaw”) uno degli esordi più controversi di questi ultimi anni, una pellicola che ha fatto tanto discutere al Festival di San Sebastián del 2016, dove alcuni spettatori hanno abbandonato la sala durante la proiezione. Partendo da un fatto di cronaca realmente accaduto, il regista Bartosz M. Kowalski ci sbatte in faccia la semplicità con la quale il male Continua a leggere

Fist Of Jesus

fist of jesusdi Adrián Cardona e David Muñoz (Spagna, 2012)

Ogni festa comandata ha il suo cortometraggio cult che si rispetti. Se a dicembre non possiamo fare a meno di rivederci quella genialata di “Treevenge” (2008), con l’arrivo della Pasqua è il turno di “Fist Of Jesus”, uno short di neppure quindici minuti tutto incentrato sulla figura di Gesù Cristo. Il budget è minimo eppure i due registi spagnoli Adrián Continua a leggere

La Casa Del Peccato Mortale

homsdi Pete Walker (Gran Bretagna, 1976) 

Insieme al più malsano “Nero Criminale” (1974), “La Casa Del Peccato Mortale” (“House Of Mortal Sin”) si distingue per essere una delle opere più interessanti tra quelle dirette da Pete Walker, regista inglese classe 1939 molto attivo durante gli anni settanta in ambito horror. Il film in America è conosciuto con il titolo alternativo “The Confessional”, una denominazione ancora più Continua a leggere

Strella

strelladi Panos H. Koutras (Grecia, 2009)

Il 2009 è un anno cruciale per la Grecia, in autunno infatti scoppia ufficialmente quella disastrosa crisi economica che avrà una grande influenza sul cinema ellenico degli anni a venire. Durante questa stagione così controversa, nel paese escono due film molto importanti, uno destinato a mandare in orbita Yorgos Lanthimos (il suo celebre “Dogtooth”), l’altro invece capace di diventare un Continua a leggere

La Notte Ha Divorato Il Mondo

La notte ha divorato il mondodi Dominique Rocher (Francia, 2018)

Oggi trovare qualcosa di originale in ambito zombie movie è sempre più difficile, considerando che sono state spremute all’inverosimile sia le derive romeriane che quelle più moderne legate ai morti viventi che corrono (noi preferiamo sempre chiamarli infetti). Dominique Rocher si aggancia proprio a quest’ultimo filone, lavorando però per sottrazione nel tentativo di creare un horror più Continua a leggere