Silent Night, Bloody Night

silent ndi Theodore Gershuny (Stati Uniti, 1972)

“Silent Night, Bloody Night” è un film conosciuto con molti titoli, da “Night Of The Dark Full Moon” fino a “Death House” (la recente uscita home video italiana ha scelto quest’ultima denominazione). Noi preferiamo mantenere quel tocco natalizio che emerge già nella melodia presente nei credits iniziali, dopotutto l’opera è ambientata (in Massachusetts) proprio durante la vigilia di Natale. Si tratta di Continua a leggere

Pubblicità

La Ballata Di Buster Scruggs

la ballata Copiadi Ethan Coen e Joel Coen (Stati Uniti, 2018)

“La Ballata Di Buster Scruggs” (“The Ballad Of Buster Scruggs”) chiude e allo stesso tempo apre una nuova pagina nella carriera dei fratelli Coen: il film infatti prende ispirazione da una serie di racconti elaborati dai registi nell’arco degli ultimi venticinque anni (eccetto uno scritto da Jack London), sei storie di frontiera che rivangano nel passato dell’America e che forse escono nel decennio giusto, proprio Continua a leggere

Overlord

overlorddi Julius Avery (Stati Uniti, 2018)

La curiosità attorno a “Overlord” era molta, considerando la produzione targata J.J. Abrams (dalle ultime pellicole della saga di “Star Wars” fino alla trilogia di “Cloverfield” quello di Abrams è un motore che da tempo gira a pieno regime). Proprio durante lo scorso aprile lo stesso regista e produttore statunitense aveva messo a tacere le voci che annunciavano questo lavoro come un nuovo capitolo Continua a leggere

Le Avventure Del Ragazzo Del Palo Elettrico

le avventure del ragazzodi Shinya Tsukamoto (Giappone, 1987)

Tetsuo: The Iron Man” (1989) non è nato per caso, già da tempo infatti Shinya Tsukamoto stava sperimentando un cinema del tutto personale, sia a livello estetico che a livello concettuale. “Le Avventure Del Ragazzo Del Palo Elettrico” (“Denchû Kozô No Bôken”) è un mediometraggio di circa quarantacinque minuti che precede di due anni il capolavoro cyberpunk del regista, un’opera che Continua a leggere

Spider Baby

spider babydi Jack Hill (Stati Uniti, 1967)

“Spider Baby” sarebbe dovuto già uscire nel 1964, ma alcuni problemi legati alla produzione posticiparono di oltre tre anni questo debutto ancora oggi amatissimo in patria. L’approccio di Jack Hill qui è ancora rivolto ai vecchi b-movies del passato, sia per l’utilizzo del b/n che per una storia piena di rimandi al cinema horror classico, non a caso uno degli attori del film (Lon Chaney Jr) cita Continua a leggere

San Babila Ore 20: Un Delitto Inutile

san babila ore 20di Carlo Lizzani (Italia, 1976)

Durante i primi anni settanta, Piazza San Babila era la roccaforte dell’estrema destra milanese (la sezione giovanile del Movimento Sociale Italiano distava qualche centinaio di metri da quel luogo), un punto di ritrovo in pieno centro affollato di ragazzi benestanti con i Ray-Ban agli occhi e la giacca di pelle. Gli scontri tra rossi e neri o tra questi militanti e la polizia erano all’ordine del Continua a leggere

Onora Il Padre E La Madre

onora il padre e la madredi Sidney Lumet (Stati Uniti, 2007)

“Onora Il Padre e La Madre” (“Before The Devil Knows You’re Dead”) è l’ultimo film diretto da Sidney Lumet, un grande veterano della mdp deceduto a New York nel 2011. Nel 2007 Lumet ha ottant’anni suonati, ma con questa pellicola il suo talento trova l’ennesima meritata consacrazione, un plauso unanime avvalorato da una prova corale del cast a dir poco perfetta: a cominciare da Philip Continua a leggere

An Elephant Sitting Still

an elephant sitting stilldi Hu Bo (Cina, 2018)

Per alcuni registi il cinema è uno strumento per esorcizzare il proprio dolore, per altri invece diventa il canale unico per poterlo esprimere, urlandolo al mondo più forte possibile. Con “An Elephant Sitting Still” dobbiamo quindi partire dalla fine, il regista Hu Bo (neppure trentenne) si è infatti tolto la vita non appena terminato il montaggio, un epilogo straziante che riporta in mente un altro suicidio Continua a leggere

Madhouse

madhousedi Ovidio G. Assonitis (Italia/Stati Uniti, 1981)

Le produzioni di Ovidio G. Assonitis si riconoscono subito: sono confezionate in maniera impeccabile (con un gusto tipicamente americano) ma allo stesso tempo sono intrise di uno spirito tutto italiano (le colonne sonore, il cast tecnico, il background stesso del regista). Quello che avviene esattamente in questa pellicola, in origine intitolata “There Was A Little Girl” ma conosciuta universalmente con la denominazione Continua a leggere

Trash – I Rifiuti Di New York

trashdi Paul Morrissey (Stati Uniti, 1970)

“Trash – I Rifiuti Di New York” è il secondo film di una trilogia prodotta da Andy Warhol che comprende anche “Flesh” (1968) e “Heat” (1972). Alla regia troviamo Paul Morrissey, personaggio chiave della factory warholiana (già a suo tempo manager ufficiale dei Velvet Underground). Il successo in ambito underground raccolto da Paul Morrissey si può certamente attribuire al connubio Continua a leggere